Milan Ibrahimovic col Sassuolo piu no che si

Milan-Ibrahimovic, col Sassuolo più no che sì

Lo svedese è alle prese con un fastidio che gli farà saltare l’ennesima gara stagionale. Ma tra aprile e maggio, quando le partite si fanno decisive, lui risponde presente

Il must di casa Ibra era già pronto: “Ora ci penso io”. Spauracchio contro le difficoltà e ombrello per i giovani, ma niente da fare. Lo svedese dovrebbe saltare la sfida col Sassuolo di oggi (18,30), almeno secondo le parole di Pioli: “Lui e Bennacer hanno qualche problemino”. Tradotto: difficile che saranno della partita. E il gigante Z finisce di nuovo out, dopo il Genoa anche i neroverdi, colpa dell’ennesimo problema fisico. E proprio nella settimana in cui il Milan dovrebbe annunciare il suo rinnovo. Ibra giocherà a più di 40 anni, come già successo a Totti, Zanetti, Buffon, Costacurta, Giggs e altri grandi prima di lui. I suoi gol hanno convinto la società a costruirgli la squadra attorno, a cominciare dal vice Zlatan che verrà, ma l’ennesimo “problemino” dovrebbe impedirgli di tornare dal 1’.

Ritorno rimandato

—  

Zlatan era pronto a rimettersi il Milan sulle spalle, soprattutto dopo una dieci giorni di polemiche, in campo e fuori, iniziate col rosso rimediato a Parma e concluse col presunto pranzo in zona rossa con Abate. Niente da fare però, altro stop: quest’anno, tra infortuni muscolari e Covid, lo svedese ha saltato 20 partite tra campionato e coppe. Tante. Nonostante tutto, però, ha infilato 15 gol in 17 partite in Serie A. L’altra faccia della medaglia. E ora chi prenderà il suo posto? Leao favorito per una chance dall’inizio, nonostante la brutta gara contro il Genoa, Mandzukic e Rebic una fila dietro. Anche se i dati dimostrano che la banda Pioli ha dimostrato di cavarsela anche senza Ibra: con lo svedese in campo la media-gol è di 1,9. Con lui fuori 1,8. Quasi identiche, ma un Ibra dal 1′ non è mai un peso.

Ma sul gong…

—  

Zlatan è il famoso “ombrello” per i giovani, garanzia di successo all’ultimo gong. Cinque gol e 2 assist nelle ultime 7 dell’anno scorso. Milan in Europa dopo una bella rimonta. Quando c’è da chiudere i conti risponde presente. Basta vedere il c.v italiano: Inter, 2007-08, doppietta decisiva a Parma e scudetto ai nerazzurri; sempre a Milano, stagione successiva, 5 guizzi nelle ultime 5 e altro titolo per l’Inter. L’anno scorso 10 reti da gennaio in poi. Quest’anno 10 nelle prime 7, macchina da rete che si gonfia. Le stesse gare che mancano alla fine del campionato (Sassuolo compreso). Pioli ha il compito di riportare il Milan sul treno delle grandi d’Europa dopo 7 anni, ma occhio agli ostacoli sul binario. Lazio, Juventus e Atalanta. Tutti scontri diretti fuori casa, dove il Milan ha la miglior media punti d’Europa e il numero più alto di vittorie (13). Un mese alla fine del campionato: servono anche i must di Zlatan.


Source link

About Bourbiza Mohamed

Check Also

1620499581 High school boys tennis City playoff pairings

High school boys’ tennis: City playoff pairings

CITY BOYS’ TENNIS OPEN DIVISION Semifinals, Wednesday, 12:30 p.m. #4 Sherman Oaks CES at #1 …

Rispondi