Nike taglia dopo 18 anni laccordo con Kobe Bryant La

Nike taglia dopo 18 anni l’accordo con Kobe Bryant. La vedova Vanessa: «Cercheremo altre strade»- Corriere.it

Sono state amate dai tifosi di tutto il mondo, ma le Kobe-shoes prodotte dalla Nike, quelle indossate sul parquet dall’ex campione dei Los Angeles Lakers Kobe Bryant e che per valore simbolico hanno seguito la stessa strada delle Air di Michael Jordan, ora sono improvvisamente in cerca di una nuova casa.

Uno dei brand di maggior successo nel mondo del basket tornato orfano dopo 18 anni, perch Vanessa Bryant, vedova del compianto Kobe, ha annunciato prima con una Instagram story, poi in diretta sulla rete televisiva americana Espn, che il contratto quinquennale firmato nel 2016 e scaduto lo scorso 13 aprile non sar rinnovato, portando cos alla repentina separazione tra il noto marchio sportivo e il brand legato al giocatore. Per l’ultimo accordo siglato al momento del ritiro della leggenda si fa riferimento al marchio Mamba, dal soprannome in campo del fuoriclasse Black Mamba, e al logo The Shealth (la fodera della spada simbolo del campione), che invece appartiene ancora per il 50% all’ex azienda partner.


Vanessa Bryant stata molto chiara, anche se le motivazioni sembrano molteplici. Speravo in un impegno maggiore verso il ricordo e la celebrazione della vita e della carriera di mio marito (Kobe scomparso tragicamente il 26 gennaio 2020 insieme alla figlia Gianna in un incidente di elicottero a Calabasas, California, insieme ad altre sette persone). Naturale voglia continuare a permettere a tutti di indossare i prodotti del suo marchio. Il fatto che ogni nuova linea venga esaurita in pochissimo tempo la prova di quanto sia amato ancora oggi, i numeri parlano da s.

Probabile che tra le ragioni vi sia, oltre un’offerta non adeguata, se paragonata ai contratti a vita di colleghi di Bryant come Michael Jordan o LeBron James, anche la scarsa reperibilit delle scarpe-simbolo del campione. Non un caso che solo qualche giorno fa Talen Horton-Tucker, 20enne guardia dei Lakers cresciuta con il mito di Kobe, abbia lanciato un appello ai suoi follower via social per sapere chi avesse o potesse reperire determinate scarpe prodotte con il marchio del suo idolo. Problema ancora pi diffuso fra i tifosi.

Sulla mancata estensione del contratto intervenuta la stessa Nike con un comunicato ufficiale, ricordando quanto Kobe sia stato importante per la crescita dell’azienda e quale legame profondo con i clienti abbia generato il suo brand. Ribadisce la multinazionale di abbigliamento sportivo che nonostante il mancato rinnovo, Bryant sar sempre un membro della famiglia Nike, una leggenda indimenticabile.

L’Hall of Fame dei Lakers, che con tre titoli Nba gi in bacheca firm il primo accordo quadriennale che valeva di base 40 milioni di dollari, con guadagni crescenti anno dopo anno, non riteneva un’opzione remota la possibilit di porre fine alla sua storica partnership. Il fuoriclasse del basket aveva infatti iniziato a riflettere con il suo staff sulla possibilit di promuovere autonomamente il suo marchio, rinunciando a Nike e cercando altri tipi di collaborazioni.

Sono diverse le voci di un accordo con nuovi partner che potrebbe essere raggiunto entro il prossimo 24 agosto, il cosiddetto Mamba Day, data che richiama i numeri di maglia avuti dal campione nel corso della sua lunga esperienza ai Lakers, il 24 e l’8. Vanessa vorrebbe cos intraprendere nuove strade, proprio come desiderava il marito, nell’intenzione di rendere eterna la sua memoria e dare a tutti la possibilit di ricordare la danza di Kobe sul parquet, indossando anche solo un paio di scarpe.

21 aprile 2021 (modifica il 21 aprile 2021 | 10:29)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




Source link

About Bourbiza Mohamed

Check Also

Soccer teams need LA County approval for upcoming playoffs

Soccer teams need L.A. County approval for upcoming playoffs

There could be trouble brewing for Los Angeles County boys’ and girls’ soccer teams selected …

Rispondi